Chi Siamo

Di proprietà da tre generazioni della Famiglia Guerra di Amatrice, quella che nacque nel 1935 come tipica fiaschetteria romana con licenza di somministrazione e vendita di alimenti e bevande è diventata nel tempo il ristorante TRATTORIA CORIOLANO, ritrovo prediletto degli amanti della tradizione e del buon gusto.

L’impronta familiare, la cucina tipicamente romana, un’atmosfera accogliente, un ambiente caldo, un odore di legno che colora di castagno le pareti; fra boiserie, quadri e ricordi vari, un sapore di ieri mantecato con i gusti di oggi.

Prodotti di stagione e delizie fatte in casa. Insieme ai piatti più attuali, ancora oggi le tradizioni e le migliori specialità della cucina romana.

I manicaretti più sfiziosi spaziano dalla terra al mare.

La cantina ben fornita con cura e attenzione.

Le padrone di casa con gentilezza e dedizione sanno accogliervi, coccolarvi e soprattutto cogliere desideri e ambizioni di tutti i palati, anche quelli più raffinati.

Lo chef con saggia fantasia e un’affinata professionalità, mescola sapientemente materie prime genuine con innovazione e tradizione. Ha l’arte nelle mani e stupisce con i piatti nuovi, con i piatti tipici della cucina romana e con i punti di forza storici del locale, come la pasta fresca, i dolci e il pane fatti in casa.

Tutto lo staff lavora con maestria, affabilità e dedizione per far sentire gli ospiti a casa propria. Sapori, odori, colori e profumi sono curati per risvegliare i sensi e rendere particolare ogni dettaglio della tavola.

La storia è intrisa nei muri ed inebria la sensazione di sentirsi in un’accogliente casa, come la propria, i cui ingredienti sono tanta storia e tanta tradizione, guarnite con il loro rispetto, buon gusto e innovazione quanto basta.

Nel nome ha i pregi sia del ristorante che della trattoria. Del ristorante ha l’aspetto elegante, i sottopiatti d’argento, i bicchieri di cristallo, la tovaglia di lino. Della trattoria ha l’atmosfera, la tradizione, la genuinità e il prezzo.

E’ riconosciuto come Bottega Storica.

Un locale storico al passo coi tempi, che non dimentica le origini.

Benvenuti a casa.

La Storia

Il ristorante TRATTORIA CORIOLANO apre in via Ancona il 29 marzo del 1935 in un locale a due porte di un fabbricato umbertino edificato alla fine dell‘800 dall’Istituto Romano di Beni Stabili.

La via Ancona unisce due importanti punti di riferimento della zona: Piazza Principe di Napoli, oggi Piazza Alessandria e Porta Pia.

A Piazza Alessandria c’è il mercato, anch’esso risalente all’età umbertina, arricchito da meravigliose porte in ferro battuto e con frontoni decorati dalla lupa capitolina e teste di donne sabine. Non è solo luogo di merce genuina, ma una vera e propria “piazza” intesa come luogo di incontro, di socializzazione e memoria storica del quartiere.

Porta Pia è una delle porte di Roma nelle mura Aureliane ed è opera di Michelangelo Buonarroti, su incarico di Papa Pio IV, da cui prende il nome di Porta Pia.

Le decorazioni realizzate da Michelangelo sulla Porta ricordano una bacinella con un asciugamano intorno e un sapone al centro. Si narra che fu uno scherzo dell’artista a Papa Pio IV, che si fregiava della discendenza dagli altolocati Medici fiorentini, mentre invece apparteneva ad una famiglia lombarda di barbieri.

E’ nota soprattutto per l’episodio risorgimentale, noto come la breccia di Porta Pia, che, il 20 settembre 1870, vide scontrarsi le truppe, in particolare bersaglieri e fanteria, del Regno d’Italia e quelle vaticane, che segnò la fine, dopo più di 1000 anni, del potere temporale dello Stato Pontificio con la consegna di Roma all’Italia.

Camillo Benso, conte di Cavour , così pronunciò nel suo discorso al Parlamento italiano l’11 ottobre 1860.

“La nostra stella, o Signori, ve lo dichiaro apertamente, è di fare che la città eterna, sulla quale 25 secoli hanno accumulato ogni genere di gloria, diventi la splendida capitale del Regno italico.”

All’interno della Porta, quello che un tempo era l’ufficio doganale, è oggi il Museo Storico dei Bersaglieri.

In seguito alla proclamazione di Roma capitale del Regno d’Italia, viene varato un nuovo Piano Regolatore nel 1873 che prevede l’adeguamento urbanistico della città che si preparava ad accogliere anche i più importanti edifici amministrativi del Paese.

Cresce così la Roma Umbertina e intorno a Porta Pia sorgono l’attuale sede del Ministero dei Trasporti, del Ministero delle Finanze e delle Ferrovie dello Stato. Il nuovo quartiere sorge con un impianto urbanistico a scacchiera e i palazzi, progettati per essere grandiosi con facciate che si ispirano al tardo rinascimento, sono dotati al più di piccoli balconi in omaggio a Torino, città dei Savoia.

In questo contesto il ristorante TRATTORIA CORIOLANO nasce come tipica fiaschetteria romana con licenza di somministrazione e vendita di alimenti e bevande.

Subito dopo la guerra le due porte del locale vengono separate e la licenza viene divisa in due: in una porta la licenza di vendita e al civico 14 la licenza di somministrazione. Il locale viene completamente rinnovato e così come si presenta oggi ancora conserva la medesima struttura di allora.